Formula Regional EU by Alpine: Aron vince Gara 1 e Beganovic diventa campione, vince Minì in Gara 2


FORMULA REGIONAL EY BY ALPINE GALLERY


Grazie al quarto posto conquistato al termine di Gara 1 Dino Beganovic ha messo le mani sul titolo di campione 2022 della Formula Regional European Championship by Alpine.

Il pilota svedese del vivaio FDA ha capitalizzato il grande vantaggio di punti di inizio stagione, risultato fondamentale nella parte conclusiva del campionato quando è apparso opaco in alcuni appuntamenti, ma ha anche beneficiato delle battute a vuoto e delle sfortune che a turno hanno visto protagonisti Paul Aron e Gabriele Minì.

L’estone, che è già sicuro del passaggio in Formula 3 il prossimo anno sempre con PREMA, ha disputato una corsa impeccabile, condotta dal primo all’ultimo giro dopo essere scattato dalla pole, mentre il siciliano della ART Grand Prix è stato costretto al ritiro – ed a dire addio alle flebili speranze di titolo – quando è entrato in contatto con Gabriel Bortoleto.

Aron è stato perfetto al via, mantenendo la prima posizione per poi creare giro dopo giro un margine di quasi 4 secondi su Victor Bernier, ma la corsa in solitaria dell’estone è stata interrotta quando la safety car è entrata in pista a seguito del contatto avvenuto tra Minì e Bortoleto.

Il pilota del team ART Grand Prix ha regalato come sempre spettacolo rendendosi protagonista di sorpassi capolavoro ai danni di David ed Haverkort, ma un incomprensione con il brasiliano della R-Ace GP è costata a Gabriele un ritiro immeritato.

Conclusa la fase di neutralizzazione, Aron è ripartito creando scompiglio nel gruppo per aver accelerato soltanto a metà del rettilineo principale ma così facendo è riuscito a mantenere a debita distanza Bernier e transitare indisturbato sotto la bandiera a scacchi.

Più complicata la ripartenza per Beganovic che, invece, è stato sopravanzato da Joshua Dufek retrocedendo così in quarta piazza e nel finale ha dovuto controllare negli specchietti un Fornaroli in grandissima forma per non scivolare in quinta posizione e rinviare alla domenica le celebrazioni per il titolo.

Alle spalle dell’ottimo rookie del team Trident ha chiuso Kas Haverkort, la top 10 è stata completata da Capietto, David, Duerksen e van Hoepen.

La seconda gara del weekend del Mugello ha visto Gabriele Minì conquistare l’ultima vittoria stagionale e riscattare così la delusione per il ritiro patito al sabato.

Scattato dalla terza posizione in griglia, Minì è andato subito all’attacco di Dufek per salire immediatamente in seconda piazza alle spalle di Bortoleto per poi piazzare la zampata decisiva qualche giro dopo alla staccata della San Donato.

Una volta conquistata la prima posizione il pilota della ART Grand Prix ha tenuto un ritmo insostenibile per tutti, mettendo subito un buon margine tra sé e Bortoleto.

A scombinare i piani di Minì è intervenuta la safety car, chiamata in causa a seguito dell’uscita di pista di Braschi.

Alla ripartenza il siciliano ha cercato di non dare la scia al pilota del R-Ace GP riuscendo a mantenere la prima piazza per poi tornare a pestare forte sul gas e transitare sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di quasi 2 secondi sul brasiliano.

La vittoria netta ha consentito a Minì di concludere la stagione con la soddisfazione di essere il vice campione della categoria scavalcando un Paul Aron a secco di punti con il dodicesimo posto.

Il campione 2022, Dino Beganovic, ha concluso la stagione sul terzo gradino del podio al termine di una gara corsa lontano dai riflettori. Lo svedese della PREMA, una volta sbarazzatosi di Dufek, ha badato a non commettere errori per poter salutare il suo team con l’ennesimo risultato importante.

Le battute finali sono state molto movimentate per le posizioni di rincalzo e si sono rivelate decisive per l’assegnazione del titolo riservato ai rookie vinto da Leonardo Fornaroli.

Il pilota del team Trident, che ha occupato la nona piazza sino all’ingresso in pista della safety car, ha approfittato della lotta tra Dufek e David alla ripartenza per mettersi in scia al pilota del Van Amersfoort Racing e chiudere alle spalle del diretto rivale in ottava posizione davanti a Dilano van’t Hoff e Kas Haverkort.

Il campionato 2022 va così in archivio con Beganovic campione con 282 punti, mentre Minì ha chiuso in seconda posizione a quota 242 con una sola lunghezza di vantaggio su Paul Aron.

Alberto Marinelli

Sono nato a Modena, città di Motori e di Pallavolo, il 24 Gennaio del 1994. Fin da piccolo, in famiglia, abbiamo avuto la passione per queste due cose, coltivandole attraverso gli eventi in televisione e dal vivo, tra il palazzetto e l'aria aperta degli autodromi.

Iscriviti al feed