Porsche Mobil1 Supercup: Pereira si impone nella prima di Imola


PORSCHE MOBIL1 SUPERCUP ROUND 1 GALLERY


Cinque minuti prima dell'inizio previsto della gara, una pioggia torrenziale è caduta sulle tribune dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari tornate piene per la prima volta dopo due anni di restrizioni legate alla pandemia. Tutti i piloti hanno montato pneumatici da pioggia e il gruppo è partito dietro la safety car.

Pereira ha sfruttato al meglio il suo vantaggio della pole position e ha prontamente staccato tutti: "Il setup della mia auto ha funzionato bene sulla pista bagnata. Era molto stabile in curva," ha rivelato il lussemburghese, che ha optato per un'impostazione leggermente più carica dell'ala posteriore e quindi con più deportanza sul retrotreno rispetto al secondo qualificato Larry ten Voorde.

"Sono stato in grado di concentrarmi per non commettere errori e scegliere la linea con il miglior grip", ha poi proseguito.


Larry ten Voorde ha affrontato un lavoro più difficile. Il campione in carica della Supercup ha dovuto respingere i tentativi dei suoi inseguitori di superarlo per tutta la gara. Il primo rivale più temile è stato Bastian Buus, incollato al paraurti di ten Voorde fino a quando il danese non ha commesso un errore che lo ha relegato al quinto posto.

Poi è toccato ad Harry King provare a fare di tutto per superare il pilota del team GP Elite. "Non avevo la velocità che mi aspettavo", ha ammesso Ten Voorde, "e questo ha reso la mia gara tutt'altro che noiosa. Qualcuno mi ha anche spinto due volte, ma l'ho visto arrivare entrambe le volte nel mio specchietto retrovisore e sono riuscito a prepararmi. Quindi sono più che felice del secondo posto".

Harry King avrebbe preferito una maggiore lunghezza della gara. "Ho preso il via dal settimo posto in griglia e sono riuscito a risalire rapidamente fino al terzo posto. Se avessi avuto un paio di giri in più avrei potuto superare Larry", ha concluso il pilota britannico.

King, d'altra parte, è riuscito a superare la Porsche di Laurin Heinrich già nel secondo giro. "Non ho portato i miei pneumatici anteriori in temperatura. Questo ha reso la mia gara molto difficile. Ma comunque, ho guadagnato punti critici con il quarto posto", ha analizzato Heinrich.

Per molto tempo Bastian Buus ha occupato la terza posizione alla sua prima gara in Supercup. Alla fine il quinto posto gli è valso il trofeo per il miglior piazzamento tra i rookie. Il pilota ProAm più veloce è stato il norvegese Roar Lindland della Martinet by Alméras.

Alberto Marinelli

Sono nato a Modena, città di Motori e di Pallavolo, il 24 Gennaio del 1994. Fin da piccolo, in famiglia, abbiamo avuto la passione per queste due cose, coltivandole attraverso gli eventi in televisione e dal vivo, tra il palazzetto e l'aria aperta degli autodromi.

Iscriviti al feed